Indennità per lavoro ridotto

Obiettivo
L'assicurazione contro la disoccupazione (AD) copre, per un determinato periodo, una parte dei crediti salariali dei lavoratori la cui attività è stata ridotta. L'indennità per lavoro ridotto è stata creata per prevenire i licenziamenti nel caso di perdite di lavoro temporanee ed inevitabili.

Contrariamente a quanto avviene per l'indennità di disoccupazione, le prestazioni vengono pagate al datore di lavoro. Ogni lavoratore ha tuttavia il diritto di rifiutare l'indennità. In tal caso, il datore di lavoro è tenuto al pagamento dell'intero salario. Tuttavia, il rischio di licenziamento aumenta per i lavoratori che non accettano l'indennità.

Chi è assicurato ossia chi ha diritto all’indennità?
Il datore di lavoro può pretendere l'indennità di lavoro ridotto per i lavoratori che hanno concluso la scuola dell'obbligo e che non hanno ancora raggiunto l'età del pensionamento AVS. I rapporti di lavoro, inoltre, non devono essere stati disdetti.

Non hanno diritto all'indennità per lavoro ridotto i lavoratori:

  • il cui rapporto di lavoro è stato disdetto
  • il cui rapporto di lavoro è a tempo determinato
  • che sono impiegati su richiesta
  • che compiono un apprendistato
  • che hanno un rapporto di lavoro temporaneo
  • la cui perdita di lavoro non è determinabile o il cui orario di lavoro non può essere sufficientemente controllato
  • che non accettano il lavoro ridotto
  • che sono stati messi a disposizione da un’altra azienda o la cui perdita di lavoro è dovuta a conflitti collettivi del lavoro

Inoltre sono escluse dal diritto all'indennità le persone impiegate nell'azienda con funzioni (p.es. dirigenziali) analoghe a quelle del datore di lavoro nonché i loro coniugi o partner registrati.

Domanda di indennità
Spetta al datore di lavoro far valere il diritto all'indennità, annunciando la prevista introduzione dell’orario ridotto all’Ufficio cantonale del lavoro competente almeno10 giorni prima del suo inizio tramite i formulari “Preannuncio di lavoro ridotto” e “Approvazione del lavoro ridotto”. E' competente l’Ufficio cantonale del lavoro del Cantone in cui è domiciliata l'azienda. Nel preannuncio va designata anche la cassa competente.

Se l’Ufficio cantonale del lavoro autorizza il lavoro ridotto, il datore di lavoro deve far valere tutti i diritti all'indennità presso la cassa da lui stesso designata. Quest'ultima esamina l'adempimento dei presupposti in modo dettagliato e, in caso di decisione positiva, procede al versamento dell'indennità per lavoro ridotto.

Prestazioni
L'indennità per lavoro ridotto viene pagata al datore di lavoro dopo il periodo di attesa e corrisponde all'80 % della perdita di guadagno computabile.

In caso di indennità per lavoro ridotto o per intemperie, l'AD rimborsa anche la parte dei contributi versata dal datore di lavoro alle assicurazioni sociali AVS/AI/IPG/AD (cfr. gli opuscoli Info-Service e i moduli di conteggio). La parte dei contributi AVS/AI/IPG/AD versata dal datore di lavoro ammonta a 6.225 %.

A chi posso rivolgermi per ricevere informazioni esaustive sul lavoro ridotto?
L’Ufficio cantonale del lavoro può rispondere a tutte le principali domande sui formulari, sul preannuncio e sui settori d'esercizio. Per domande specifiche concernenti le prestazioni e il computo vogliate rivolgervi alla cassa di disoccupazione interessata.

https://www.arbeit.swiss/content/secoalv/it/home/menue/unternehmen/versicherungsleistungen/kurzarbeit.html