Comunicati stampa

Coronavirus: finanziamento aggiuntivo per l’assicurazione contro la disoccupazione e graduale abbandono delle misure COVID

Nella riunione del 20 maggio 2020 il Consiglio federale ha approvato un finanziamento aggiuntivo di 14,2 miliardi di franchi per l’assicurazione contro la disoccupazione. Ha inoltre deciso di procedere al graduale abbandono delle misure COVID dell’assicurazione contro la disoccupazione di pari passo con il progressivo riavvio dell’economia.
Comunicato stampa

 

La situazione sul mercato del lavoro nel mese di aprile 2020

I disoccupati registrati in aprile 2020 - Secondo i rilevamenti effettuati dalla Segreteria di Stato dell’economia (SECO), alla fine di aprile 2020 erano iscritti 153’413 disoccupati presso gli uffici regionali di collocamento (URC), ossia 17’789 in più rispetto al mese precedente. Il tasso di disoccupazione è salito dal 2,9% nel mese di marzo 2020 al 3,3% nel mese in rassegna. Rispetto allo stesso mese dell’anno precedente, il numero di disoccupati è aumentato di 46’115 unità (+43,0%).
Comunicato stampa

 
 
 
 
 
 
 
 
 

Coronavirus: adeguamenti nell’ambito dell’indennità per lavoro ridotto e scenari per la congiuntura svizzera

L’8 aprile 2020 il Consiglio federale ha deciso che, a seguito dei provvedimenti presi dalle autorità per lottare contro il coronavirus, l’indennità per lavoro ridotto (ILR) può essere concessa a un numero allargato di lavoratori su chiamata. Il reddito derivante da un’occupazione provvisoria non inciderà sull’ILR: si tratta di un incentivo finanziario per occupare posti vacanti ad esempio nell’agricoltura o nel settore della logistica. Diverse procedure di calcolo saranno semplificate per alleggerire gli organi di esecuzione e le aziende. Dal canto suo il DEFR (SECO) ha presentato al Consiglio federale due scenari sull’andamento economico fino alla fine del 2021, in aggiunta alle previsioni congiunturali del mese di marzo.
Comunicato stampa

 
 
 
 
 
 
 
 

Assicurazione contro la disoccupazione: eccedenza nel 2019 e, a causa del coronavirus, nuovo indebitamento nel 2020

L’assicurazione contro la disoccupazione chiude il conto annuale 2019 con un’eccedenza di 1,56 miliardi di franchi. I mutui della Tesoreria federale sono stati rimborsati interamente e pertanto a fine dicembre 2019 il fondo ha totalmente estinto il proprio debito. Nel 2020 la crisi del coronavirus provocherà un forte aumento delle indennità per lavoro ridotto. Si prevede un nuovo indebitamento.
Comunicato stampa

 
 
 
 
 
 
 

La situazione sul mercato del lavoro nel mese di marzo 2020

I disoccupati registrati in marzo 2020 - Secondo i rilevamenti effettuati dalla Segreteria di Stato dell’economia (SECO), alla fine di marzo 2020 erano iscritti 135’624 disoccupati presso gli uffici regionali di collocamento (URC), ossia 17’802 in più rispetto al mese precedente. Il tasso di disoccupazione è salito dal 2,5% nel mese di febbraio 2020 al 2,9% nel mese in rassegna. Rispetto allo stesso mese dell’anno precedente, il numero di disoccupati è aumentato di 23’283 unità (+20,7%).
Comunicato stampa

 
 
 
 
 
 

La situazione sul mercato del lavoro nel mese di febbraio 2020

I disoccupati registrati in febbraio 2020 - Secondo i rilevamenti effettuati dalla Segreteria di Stato dell’economia (SECO), alla fine di febbraio 2020 erano iscritti 117’822 disoccupati presso gli uffici regionali di collocamento (URC), ossia 3’196 in meno rispetto al mese precedente. Il tasso di disoccupazione è diminuito dal 2,6% nel mese di gennaio 2020 al 2,5% nel mese in rassegna. Rispetto allo stesso mese dell’anno precedente, il numero di disoccupati è diminuito di 1’651 unità (-1,4%).
Comunicato stampa

 
 
 
 
 

Obbligo di annunciare i posti vacanti: la Confederazione partecipa ai costi dei Cantoni

La Confederazione partecipa ai costi sostenuti dai Cantoni per controllare l’adempimento dell’obbligo di annunciare i posti vacanti. Il 26 febbraio 2020 il Consiglio federale ha adottato l’ordinanza relativa alla legge federale sulla partecipazione ai costi dei Cantoni per i controlli concernenti l’obbligo di annunciare i posti vacanti e ne ha fissato l’entrata in vigore con effetto retroattivo. L’ordinanza è quindi entrata in vigore il 1° gennaio 2020, contemporaneamente alla legge.
Comunicato stampa

 
 
 
 

Il mercato del lavoro svizzero si è dimostrato resistente nel 2019

Il 10 gennaio 2020 la SECO ha pubblicato i dati più recenti relativi al mercato del lavoro svizzero nel 2019. Secondo le stime della SECO, nel 2019 il tasso di disoccupazione medio è ammontato al 2,3%. Per ragioni stagionali, nel mese di dicembre 2019 la disoccupazione è risultata leggermente più elevata (2,5%). I dati indicano che il mercato del lavoro è in buona salute. Questa situazione si riflette direttamente sull’assicurazione contro la disoccupazione: a fine 2019 il fondo di compensazione dell’assicurazione ha estinto totalmente il suo debito.
Comunicato stampa

 
 

L'obbligo di annunciare i posti vacanti è rispettato e attuato con efficienza

Il 1° novembre 2019 la Segreteria di Stato dell’economia (SECO) ha pubblicato il primo rapporto (monitoring) sull’esecuzione dell’obbligo di annuncio: i datori di lavoro lo rispettano e nel complesso la sua attuazione è conforme alla legge. Dal 1° gennaio 2020 il valore soglia per l’assoggettamento all’obbligo di annuncio sarà abbassato al tasso di disoccupazione medio del 5% come previsto per legge. I generi di professione assoggettati sono determinati in base alla nuova nomenclatura svizzera delle professioni.
Comunicato stampa

 
https://www.arbeit.swiss/content/secoalv/it/home/menue/institutionen-medien/medienmitteilungen.html