Comunicati stampa

La situazione sul mercato del lavoro nel mese di giugno 2021

I disoccupati registrati in giugno 2021 - Secondo i rilevamenti effettuati dalla Segreteria di Stato dell’economia (SECO), alla fine di giugno 2021 erano iscritti 131’821 disoccupati presso gli uffici regionali di collocamento (URC), ossia 11’145 in meno rispetto al mese precedente. Il tasso di disoccupazione è diminuito dal 3,1% nel mese di maggio 2021 al 2,8% nel mese in rassegna. Rispetto allo stesso mese dell’anno precedente, il numero di disoccupati è diminuito di 18’468 unità (-12,3%).
Comunicato stampa

Coronavirus: aumento della durata di riscossione del lavoro ridotto e proroga della procedura semplificata

Il 23 giugno 2021 il Consiglio federale ha aumentato la durata massima di riscossione dell’indennità per lavoro ridotto (ILR) a 24 mesi e ha prorogato la procedura semplificata per il conteggio dell’ILR. Inoltre, ha deciso di prorogare il diritto all’ILR per gli apprendisti, per le persone impiegate a tempo determinato e per i lavoratori su chiamata assunti a tempo indeterminato. I Cantoni, le associazioni mantello delle parti sociali consultate e la commissione parlamentare competente sono favorevoli alle modifiche adottate. Le relative modifiche dell’ordinanza COVID-19 assicurazione contro la disoccupazione entreranno in vigore il 1° luglio 2021.
Comunicato stampa

Obbligo di annunciare i posti vacanti: semplificata la procedura amministrativa di ampliamento a livello cantonale

Il Consiglio federale semplifica la procedura amministrativa di ampliamento dell’obbligo di annunciare i posti di lavoro vacanti per i Cantoni. Il 18 giugno ha conferito la competenza decisionale al DEFR a partire dal 1° ottobre 2021. L’ordinanza sul collocamento sarà adattata di conseguenza.
Comunicato stampa

Obbligo di annunciare i posti vacanti attuato con efficienza

L’11 giugno 2021 il Consiglio federale ha preso visione dei principali risultati del secondo rapporto di monitoraggio della SECO relativo all’obbligo di annunciare i posti di lavoro vacanti. I risultati confermano che finora l’obbligo è stato attuato in maniera efficiente e conforme alla legge. Dalle prime valutazioni, che hanno riguardato la fase introduttiva (da luglio 2018 fino alla fine del 2019), non sono emersi effetti significativi sulla disoccupazione né sull’immigrazione. Bisogna però considerare che si tratta di una misura strutturale relativamente recente, introdotta in una fase in cui il tasso di disoccupazione era modesto.
Comunicato stampa

Coronavirus: adeguamento delle misure nell’ambito dell’indennità per lavoro ridotto

L’11 giugno 2021, considerato il miglioramento della situazione epidemiologica e le fasi di apertura previste, il Consiglio federale ha proposto un adeguamento delle misure nell’ambito dell’indennità per lavoro ridotto. Il diritto straordinario all’ILR sarà prorogato a determinate condizioni per gli apprendisti, per le persone con un rapporto di lavoro a tempo determinato e per le persone su chiamata con un rapporto di lavoro a tempo indeterminato. Il Consiglio federale ha posto ora in consultazione queste proposte tra i Cantoni, le parti sociali e le commissioni competenti. La decisione definitiva è attesa il 23 giugno 2021.
Comunicato stampa

La situazione sul mercato del lavoro nel mese di maggio 2021

I disoccupati registrati in maggio 2021 - Secondo i rilevamenti effettuati dalla Segreteria di Stato dell’economia (SECO), alla fine di maggio 2021 erano iscritti 142’966 disoccupati presso gli uffici regionali di collocamento (URC), ossia 8’313 in meno rispetto al mese precedente. Il tasso di disoccupazione è diminuito dal 3,3% nel mese di aprile 2021 al 3,1% nel mese in rassegna. Rispetto allo stesso mese dell’anno precedente, il numero di disoccupati è diminuito di 13’032 unità (-8,4%).
Comunicato stampa

Lavoro ridotto: intensificata la lotta contro gli abusi

La Segreteria di Stato dell'economia (SECO) triplica il personale nell'ambito della lotta contro la riscossione abusiva dell'indennità per lavoro ridotto (ILR). Dall'inizio di giugno 2021 la SECO può disporre, come previsto, di revisori esterni supplementari che hanno seguito una formazione intensiva. Ciò permette di intensificare notevolmente i controlli presso i datori di lavoro.
Comunicato stampa

Legge sull’assicurazione contro la disoccupazione: il Consiglio federale fissa la data d’entrata in vigore delle modifiche

Il 26 maggio 2021 il Consiglio federale ha deciso la data d’entrata in vigore delle modifiche della legge sull’assicurazione contro la disoccupazione (LADI), fissandola al 1° luglio 2021. La revisione della legge permette di semplificare le disposizioni concernenti l’indennità per lavoro ridotto e di ridurre gli oneri amministrativi per le aziende. Alla stessa data entreranno in vigore anche le corrispondenti modifiche dell’ordinanza sull’assicurazione contro la disoccupazione (OADI) e la nuova ordinanza sui sistemi d’informazione AD (OSI-AD).
Comunicato stampa

Coronavirus: estesa a 24 mesi la durata massima del diritto all'ILR

Il 12 maggio 2021 il Consiglio federale ha deciso di estendere a 24 mesi il diritto all’indennità per lavoro ridotto (ILR). A ciò si aggiunge la proroga della procedura sommaria per il conteggio dell’indennità. Entro la fine di giugno il DEFR dovrà presentare al Consiglio federale gli adeguamenti alla relativa ordinanza.
Comunicato stampa

La situazione sul mercato del lavoro nel mese di aprile 2021

I disoccupati registrati in aprile 2021 - Secondo i rilevamenti effettuati dalla Segreteria di Stato dell’economia (SECO), alla fine di aprile 2021 erano iscritti 151’279 disoccupati presso gli uffici regionali di collocamento (URC), ossia 6’689 in meno rispetto al mese precedente. Il tasso di disoccupazione è diminuito dal 3,4% nel mese di marzo 2021 al 3,3% nel mese in rassegna. Rispetto allo stesso mese dell’anno precedente, il numero di disoccupati è diminuito di 2’134 unità (-1,4%).
Comunicato stampa

Assicurazione contro la disoccupazione 2020: nessun debito grazie ai fondi federali

Il conto annuale 2020 dell’assicurazione contro la disoccupazione (AD) si è chiuso con un’eccedenza di 145 milioni di franchi e senza registrare debiti. Questo risultato è da attribuire all’assunzione da parte della Confederazione dei costi record del lavoro ridotto causati dalla crisi COVID-19. Nel 2021 l’AD dovrà affrontare altre sfide dovute alla crisi in corso. Anche se la Confederazione dovesse continuare a farsi carico delle indennità per lavoro ridotto (ILR), si assisterà probabilmente a un nuovo indebitamento.
Comunicato stampa

La situazione sul mercato del lavoro nel mese di marzo 2021

I disoccupati registrati in marzo 2021 - Secondo i rilevamenti effettuati dalla Segreteria di Stato dell’economia (SECO), alla fine di marzo 2021 erano iscritti 157’968 disoccupati presso gli uffici regionali di collocamento (URC), ossia 9’985 in meno rispetto al mese precedente. Il tasso di disoccupazione è diminuito dal 3,6% nel mese di febbraio 2021 al 3,4% nel mese in rassegna. Rispetto allo stesso mese dell’anno precedente, il numero di disoccupati è aumentato di 22’344 unità (+16,5%).
Comunicato stampa

Coronavirus: proroga delle misure in materia di lavoro ridotto

Il 19 marzo 2021 il Consiglio federale ha deciso di prorogare, fino al 30 giugno 2021, la procedura semplificata concernente l’indennità per lavoro ridotto (ILR) e la soppressione del periodo d’attesa. Le relative modifiche dell’ordinanza COVID-19 assicurazione contro la disoccupazione entreranno in vigore il 1° aprile 2021.
Comunicato stampa

La situazione sul mercato del lavoro nel mese di febbraio 2021

I disoccupati registrati in febbraio 2021 - Secondo i rilevamenti effettuati dalla Segreteria di Stato dell’economia (SECO), alla fine di febbraio 2021 erano iscritti 167’953 disoccupati presso gli uffici regionali di collocamento (URC), ossia 1’800 in meno rispetto al mese precedente. Il tasso di disoccupazione è diminuito dal 3,7% nel mese di gennaio 2021 al 3,6% nel mese in rassegna. Rispetto allo stesso mese dell’anno precedente, il numero di disoccupati è aumentato di 50’131 unità (+42,5%).
Comunicato stampa

Coronavirus: il Consiglio federale amplia il sostegno alle grandi imprese e alle persone disoccupate

Nella sua seduta del 17 febbraio 2021 il Consiglio federale ha licenziato il messaggio concernente una modifica della legge COVID-19. Tra le varie proposte, sottopone al Parlamento la base per aumentare a 10 miliardi di franchi i fondi a favore del programma per i casi di rigore. Il Governo propone inoltre una modifica della legge sull’assicurazione contro la disoccupazione. La Confederazione dovrà assumersi i costi delle indennità per lavoro ridotto anche nel 2021. Per il periodo da marzo a maggio 2021 si dovrà aumentare il numero di indennità giornaliere per gli assicurati che ne avranno diritto.
Comunicato stampa

La situazione sul mercato del lavoro nel mese di gennaio 2021

I disoccupati registrati in gennaio 2021 - Secondo i rilevamenti effettuati dalla Segreteria di Stato dell’economia (SECO), alla fine di gennaio 2021 erano iscritti 169’753 disoccupati presso gli uffici regionali di collocamento (URC), ossia 6’208 in più rispetto al mese precedente. Il tasso di disoccupazione è salito dal 3,5% nel mese di dicembre 2020 al 3,7% nel mese in rassegna. Rispetto allo stesso mese dell’anno precedente, il numero di disoccupati è aumentato di 48’735 unità (+40,3%).
Comunicato stampa

Coronavirus: il Consiglio federale potenzia il programma per i casi di rigore e l’assicurazione contro la disoccupazione

Nella seduta del 27 gennaio 2021 il Consiglio federale ha discusso l’attuale pacchetto di misure volto ad attenuare le conseguenze economiche della pandemia. Il Governo ritiene che la direzione intrapresa sia quella giusta e, in considerazione degli ultimi sviluppi, ha deciso di potenziare gli aiuti per i casi di rigore mettendo a disposizione altri 2,5 miliardi di franchi. La necessaria modifica di legge dovrà essere presentata al Parlamento nella sessione primaverile del 2021. Occorre anche preparare il rinnovo del sistema delle fideiussioni solidali COVID-19, in modo tale da poter attingere rapidamente a questi crediti in caso di peggioramento del mercato creditizio. Infine, anche nel 2021 la Confederazione dovrà assumersi i costi dell’assicurazione contro la disoccupazione per finanziare l’indennità per il lavoro ridotto. Inoltre la durata delle indennità giornaliere per le persone disoccupate dovrà essere prolungata.
Comunicato stampa

Coronavirus: ampliamento delle misure nel settore del lavoro ridotto per contenere le ricadute economiche

Il 20 gennaio 2021 il Consiglio federale ha attuato le modifiche alla legge COVID-19 introdotte lo scorso dicembre e ampliato il catalogo delle misure già esistenti nell’ambito del lavoro ridotto: il periodo di attesa è stato soppresso retroattivamente dal 1° settembre 2020 al 31 marzo 2021. È stata abolita retroattivamente, dal 1° marzo 2020 al 31 marzo 2021, anche la durata massima di riscossione dell’indennità per lavoro ridotto (ILR) di quattro periodi di conteggio in caso di perdita di lavoro superiore all’85 per cento. Inoltro, il diritto all’ILR viene esteso alle persone impiegate a tempo determinato e agli apprendisti. L’estensione del diritto è applicabile fino al 30 giugno 2021.
Comunicato stampa

viamia: consulenza professionale gratuita per gli over 40

Il mondo del lavoro muta rapidamente e richiede dunque un'analisi periodica della propria situazione professionale e personale, così come una pianificazione attiva della propria carriera. Da gennaio 2021, in 11 Cantoni le persone a partire dai 40 anni possono beneficiare di una consulenza gratuita per valutare la loro situazione professionale. Si tratta di progetti pilota finanziati per l’80 per cento dalla Confederazione e per il 20 per cento dai Cantoni.
Comunicato stampa

L'impronta della pandemia sul mercato del lavoro svizzero nel 2020

Il 8 gennaio 2021 la SECO ha pubblicato i dati più recenti relativi al mercato del lavoro svizzero nel 2020. L’evoluzione del mercato del lavoro nel 2020 è stata dominata dalla crisi della COVID-19. Grazie al massiccio ricorso all’indennità per lavoro ridotto (ILR), gli effetti negativi della crisi sulle aziende e sui lavoratori sono rimasti molto contenuti. Ciononostante, a partire da metà marzo il numero di disoccupati e di persone in cerca d’impiego registrate, che partiva da un valore basso, è aumentato notevolmente. Secondo le stime della SECO, nel 2020 il tasso di disoccupazione medio è ammontato al 3,1%
Comunicato stampa

Coronavirus: proroga e ripristino delle misure in materia di indennità per lavoro ridotto

Il 18 dicembre 2020 il Consiglio federale ha nuovamente prorogato, fino al 31 marzo 2021, la procedura sommaria concernente l’indennità per lavoro ridotto (ILR). Le corrispondenti modifiche dell’ordinanza COVID-19 assicurazione contro la disoccupazione entreranno in vigore il 1° gennaio 2021. Attualmente sono inoltre in consultazione altri adeguamenti dell’ordinanza, introdotti in relazione alla modifica della legge COVID-19 approvata di recente dal Parlamento. Questi prevedono l’abolizione del periodo di attesa, la non computazione dei periodi di conteggio con una perdita di lavoro superiore all’85 per cento dell’orario normale di lavoro dell’azienda nonché l’estensione del diritto all’ILR alle persone con un rapporto di lavoro di durata determinata e agli apprendisti. Il Consiglio federale si pronuncerà formalmente sull’attuazione di queste misure il 20 gennaio 2021. La loro entrata in vigore non verrà tuttavia differita.
Comunicato stampa

La situazione sul mercato del lavoro nel mese di novembre 2020

I disoccupati registrati in novembre 2020 - Secondo i rilevamenti effettuati dalla Segreteria di Stato dell’economia (SECO), alla fine di novembre 2020 erano iscritti 153’270 disoccupati presso gli uffici regionali di collocamento (URC), ossia 4’152 in più rispetto al mese precedente. Il tasso di disoccupazione è salito dal 3,2% nel mese di ottobre al 3,3% nel mese in rassegna. Rispetto allo stesso mese dell’anno precedente, il numero di disoccupati è aumentato di 46’940 unità (+44,1%).
Comunicato stampa

 

Obbligo di annunciare i posti vacanti: nel 2021 più professioni assoggettate

Il 27 novembre 2020 il consigliere federale Guy Parmelin, capo del Dipartimento federale dell’economia, della formazione e della ricerca (DEFR), ha approvato l’elenco dei generi di professioni soggetti all’obbligo di annunciare i posti vacanti per il 2021. In seguito alla crisi del coronavirus e al forte aumento della disoccupazione registrato da marzo 2020, il numero di generi di professioni assoggettati a tale obbligo nel 2021 è cresciuto rispetto al 2020.
Comunicato stampa

 

Il Consiglio federale prolunga fino a fine 2024 le misure per l’integrazione nel mercato del lavoro

Il 25 novembre il Consiglio federale ha deciso di prolungare fino a fine 2024 i provvedimenti inerenti al mercato del lavoro dell’assicurazione contro la disoccupazione finalizzati a promuovere il potenziale di manodopera residente. In tal modo intensifica le misure di integrazione nel mercato del lavoro per le persone in cerca d’impiego difficilmente collocabili e per i disoccupati che hanno esaurito il diritto all’indennità. L’assicurazione contro la disoccupazione e i Cantoni sono responsabili congiuntamente dell’attuazione.
Comunicato stampa

 

Coronavirus: il Consiglio federale adegua i provvedimenti di sostegno per affrontare la seconda ondata

Nella sua seduta del 18 novembre 2020 il Consiglio federale ha deciso di proporre al Parlamento adeguamenti mirati della legge COVID-19 da sottoporre con urgenza al dibattito parlamentare nella sessione invernale. In tal modo sarà possibile reagire meglio agli sviluppi attuali della seconda ondata della pandemia. La proposta di modifica prevede di incrementare gli aiuti finanziari del programma per i casi di rigore fino a un importo complessivo di 1 miliardo di franchi e di aumentare la quota della Confederazione a circa due terzi. In aggiunta il Consiglio federale propone di estendere le prestazioni nell’ambito del lavoro ridotto. Nel settore dello sport intende sostenere i club di livello professionistico e semiprofessionistico anche con contributi a fondo perduto.
Comunicato stampa

 

La situazione sul mercato del lavoro nel mese di ottobre 2020

I disoccupati registrati in ottobre 2020 - Secondo i rilevamenti effettuati dalla Segreteria di Stato dell’economia (SECO), alla fine di ottobre 2020 erano iscritti 149’118 disoccupati presso gli uffici regionali di collocamento (URC), ossia 558 in più rispetto al mese precedente. Nel mese in rassegna, il tasso di disoccupazione è rimasto invariato al 3,2%. Rispetto allo stesso mese dell’anno precedente, il numero di disoccupati è aumentato di 47’434 unità (+46,6%).
Comunicato stampa

 

Coronavirus: indennità per lavoro ridotto per i collaboratori su chiamata

Il 28 ottobre 2020 il Consiglio federale ha modificato l'ordinanza COVID-19 assicurazione contro la disoccupazione. In base al nuovo testo i lavoratori su chiamata impiegati a tempo indeterminato hanno diritto all’indennità per lavoro ridotto. La modifica entra retroattivamente in vigore il 1° settembre 2020.
Comunicato stampa

 

Coronavirus: già pronte le misure per ridurre l’impatto economico della pandemia

A seguito del crescente numero di casi confermati, il Consiglio federale ha inasprito le misure di contenimento del virus. Questa decisione comporta delle conseguenze anche per l’economia ma – diversamente dalla scorsa primavera – ora esistono già le basi legali (cioè la legge COVID-19) che permettono di introdurre provvedimenti mirati per attenuare le ripercussioni della pandemia. Pertanto il margine di manovra rientra adesso nel quadro del diritto ordinario, a differenza di quanto accadeva lo scorso marzo.
Comunicato stampa

 

La situazione sul mercato del lavoro nel mese di settembre 2020

I disoccupati registrati in settembre 2020 - Secondo i rilevamenti effettuati dalla Segreteria di Stato dell’economia (SECO), alla fine di settembre 2020 erano iscritti 148’560 disoccupati presso gli uffici regionali di collocamento (URC), ossia 2’551 in meno rispetto al mese precedente. Il tasso di disoccupazione è diminuito dal 3,3% nel mese di agosto 2020 al 3,2% nel mese in rassegna. Rispetto allo stesso mese dell’anno precedente, il numero di disoccupati è aumentato di 49’462 unità (+49,9%).
Comunicato stampa

 

Coronavirus: prolungamento delle semplificazioni nell’ambito dell’AD

Il 26 agosto 2020 il Consiglio federale ha deciso che le ore in esubero accumulate al di fuori dei periodi di lavoro ridotto continueranno temporaneamente a non dover essere dedotte dalla perdita di lavoro. Inoltre, il reddito conseguito con un’occupazione provvisoria continuerà a non essere computato nel calcolo della perdita di guadagno per l’indennità per lavoro ridotto. Queste disposizioni sono valide fino a fine anno.
Comunicato stampa

 

Coronavirus: Assicurazione contro la disoccupazione: modifica dell’ordinanza COVID-19 AD

Il 12 agosto 2020 il Consiglio federale ha deciso di modificare e prolungare la validità dell’ordinanza COVID-19 assicurazione contro la disoccupazione (AD). L’ordinanza conterrà solo cinque articoli principali che disciplinano il prolungamento dei termini quadro per gli assicurati e, per quando riguarda il lavoro ridotto, l’esclusione dei periodi di conteggio con una perdita di lavoro superiore all’85 per cento compresi fra il 1° marzo e il 31 agosto 2020, l’estensione del diritto all’indennità ai formatori responsabili degli apprendisti e, infine, la cosiddetta procedura sommaria. Le modifiche entreranno in vigore il 1° settembre 2020.
Comunicato stampa

 

Coronavirus: Il Consiglio federale adotta un finanziamento supplementare dell’assicurazione contro la disoccupazione e lo trasmette al Parlamento

L’assicurazione contro la disoccupazione (AD) risente in modo marcato, dal mese di marzo 2020, delle conseguenze economiche legate all’epidemia COVID-19. La Confederazione dovrebbe pertanto erogare un sostegno supplementare di diversi miliardi di franchi. Il 12 agosto 2020 il Consiglio federale ha adottato a tal fine il necessario adeguamento della legge sull’assicurazione contro la disoccupazione (LADI) che il Parlamento potrà trattare con urgenza.
Comunicato stampa

 

Coronavirus: Indennità per lavoro ridotto - la durata di percezione è prolungata a 18 mesi

Il 1° luglio 2020 il Consiglio federale ha prolungato da 12 a 18 mesi la durata massima per beneficiare dell’indennità per lavoro ridotto (ILR). Inoltre il periodo di attesa è di un giorno. Questa modifica della relativa ordinanza scatterà il 1° settembre 2020 e rimarrà in vigore fino al 31 dicembre 2021.
Comunicato stampa

 

Coronavirus: Si apre la consultazione per il finanziamento supplementare dell’assicurazione contro la disoccupazione

L’assicurazione contro la disoccupazione (AD) risente fortemente delle conseguenze economiche dell’epidemia di COVID-19. Di conseguenza, la Confederazione dovrebbe sostenerla con diversi miliardi di franchi. Il 1° luglio il Consiglio federale ha aperto la procedura di consultazione per adeguare la legge sull’assicurazione obbligatoria contro la disoccupazione (LADI).
Comunicato stampa 

 

Coronavirus: ulteriore allentamento delle restrizioni d’entrata a partire dall’8 giugno

Il Consiglio federale intende allentare ulteriormente, in sintonia con le tappe dell’apertura economica, le restrizioni d’entrata in seguito al coronavirus. Dall’8 giugno 2020 saranno nuovamente trattate tutte le domande di lavoratori provenienti dagli Stati dell’UE/AELS. Inoltre, le imprese svizzere potranno nuovamente assumere lavoratori altamente qualificati provenienti da Stati terzi, a condizione che l’assunzione sia nell’interesse pubblico o che ne abbiano urgentemente bisogno. Nel contempo sarà nuovamente ristabilito l’obbligo, temporaneamente sospeso, di annunciare i posti di lavoro vacanti a favore delle persone residenti in Svizzera in cerca di lavoro. Infine, il Consiglio federale intende ristabilire al più tardi entro il 6 luglio la libera circolazione delle persone e la libertà di viaggio in tutto lo spazio Schengen. Nei confronti dell’Austria, della Germania e della Francia i controlli al confine saranno abrogati, come annunciato, già il 15 giugno 2020.
Comunicato stampa

 

Coronavirus: finanziamento aggiuntivo per l’assicurazione contro la disoccupazione e graduale abbandono delle misure COVID

Nella riunione del 20 maggio 2020 il Consiglio federale ha approvato un finanziamento aggiuntivo di 14,2 miliardi di franchi per l’assicurazione contro la disoccupazione. Ha inoltre deciso di procedere al graduale abbandono delle misure COVID dell’assicurazione contro la disoccupazione di pari passo con il progressivo riavvio dell’economia.
Comunicato stampa

 

Coronavirus: adeguamenti nell’ambito dell’indennità per lavoro ridotto e scenari per la congiuntura svizzera

L’8 aprile 2020 il Consiglio federale ha deciso che, a seguito dei provvedimenti presi dalle autorità per lottare contro il coronavirus, l’indennità per lavoro ridotto (ILR) può essere concessa a un numero allargato di lavoratori su chiamata. Il reddito derivante da un’occupazione provvisoria non inciderà sull’ILR: si tratta di un incentivo finanziario per occupare posti vacanti ad esempio nell’agricoltura o nel settore della logistica. Diverse procedure di calcolo saranno semplificate per alleggerire gli organi di esecuzione e le aziende. Dal canto suo il DEFR (SECO) ha presentato al Consiglio federale due scenari sull’andamento economico fino alla fine del 2021, in aggiunta alle previsioni congiunturali del mese di marzo.
Comunicato stampa

 
 
 
 
 
 
 
 
https://www.arbeit.swiss/content/secoalv/it/home/menue/institutionen-medien/medienmitteilungen.html